Posizionamento nei motori di ricerca

Posizionamento nei motori di ricerca

Il Search Marketing o Search Engine Marketing è il ramo del web marketing che racchiude tutte le attività che ruotano attorno ai motori di ricerca atte a generare traffico qualificato verso un determinato sito web.

Nel concreto si tratta di tutte le azioni che possono essere compiute per intercettare una persona interessata ai contenuti nel momento esatto in cui li sta cercando, per portare traffico qualificato all’interno del sito web.

Innanzitutto, è bene sapere che l’utente può effettuare tre diverse tipologie di ricerche:

  • Informazionali, quando pone una query per trovare un prodotto/ servizio generico, non collegata a brand/sito specifico. Le ricerche informazionali corrispondono all’80% del totale;
  • Navigazionali, nel momento in cui si è già a conoscenza del brand e sito dedicato;
  • Transazionali, per effettuare un’azione/pagamento.

 

Migliorare il posizionamento del sito nei motori di ricerca

Molto spesso quando un’Azienda decide di iniziare un percorso per migliorare il proprio posizionamento nei motori di ricerca, i progressi misurabili si concentrano principalmente su Mister Google.

Ti stai chiedendo perché? Effettivamente al mondo esistono molteplici motori di ricerca ma statisticamente 9 utenti su 10 usano Google nella quotidianità, specialmente nel mercato italiano.

Scopriamo insieme nel corso di questo articolo che cosa intendiamo con posizionamento di un sito web nei motori di ricerca.

 

Il lavoro di un motore di ricerca

Che sia per lavoro o per interesse personale, scommetto che almeno una volta al giorno fai una ricerca su internet. Che cosa fanno i motori di ricerca, dopo che hai effettuato la tua richiesta?

      1. Intercettano l’interesse, in fase di ricerca di informazioni;
      2. Veicolano sul contenuto che ritengono maggiormente idoneo e attendibile.

Come funziona il motore di ricerca?

Potremmo definire il mondo del web come una biblioteca in continua espansione.

Attraverso i Web Crawler, utilizzati tutti i giorni, anche più volte al giorno, vengono cercate, trovate e analizzate le diverse pagine disponibili a un pubblico, così da poter presentare all’utente finale gli aggiornamenti più importanti e recenti.

Cosa fanno i web crawler quando trovano una pagina web? Ne scansionano tutti i contenuti e si spostano da un contenuto all’altro utilizzando i link contenuti nella pagina stessa. Lo step finale consiste nel decidere poi come indicizzarlo, in base alle esigenze del singolo.

I motori di ricerca si affidano in seguito agli algoritmi di popolarità, i quali aiutano a mostrare i risultati più pertinenti e nei migliori dei modi all’utente. Non si tratta infatti solo di siti ma anche di mappe, notizie, video e storie. I risultati vengono mostrati all’interno di una o più pagine.

 

I risultati nei motori di ricerca

Navigando online, ti sarai accorto che non tutti i risultati proposti come risposta a una domanda sono uguali.

Ne esistono di due macro-tipologie:

        1. Organici
        2. A pagamento.

 

Ci sono ovviamente delle differenze, alcune intuibili dalla classificazione, altre più tecniche.

Entrando nello specifico, possiamo scoprire che un sito può essere presente nella SERP (Search Engine Results Pages) in:

  • Maniera gratuita. Il sito web viene posizionato con risultati organici, naturali. Il miglioramento del posizionamento è possibile con attività di Search Engine Optimization.
  • A pagamento, per far comparire il sito nei risultati di ricerca nei risultati sponsorizzati. Questa forma di pubblicità online prende il nome di keywords advertising proprio perché il sito web compare solo quando l’utente inserisce specifiche parole chiave. L’inserzionista non paga per le impressioni ma solamente quando l’utente finale clicca sull’annuncio per visualizzare il sito, riassunto con il concetto di Pay per click.

Utilizzando Google, la Search Engine Results Page, presenta sia i risultati naturali che quelli sponsorizzati, sono differenziati graficamente.

  • I risultati sponsorizzati esclusivamente nella parte alta;
  • I risultati organici esclusivamente nella parte bassa della pagina.

 

Alcuni consigli pratici per migliorare il posizionamento organico

Nel primo paragrafo abbiamo anticipato che l’obiettivo principale del Search Engine Marketing è quello di intercettare, durante la fase di ricerca, persone interessate a contenuti atte a generare traffico qualificato.

La presenza gratuita di un sito all’interno dei motori di ricerca non prevede ovviamente alcun pagamento per far apparire il sito web nei risultati. Quest’ultimi sono scelti e ordinati in base ad una serie di algoritmi e fattori di posizionamento.

Tutte le attività che vengono messe in atto per favorire la visibilità del sito, in una buona posizione tra i risultati naturali, vengono chiamate attività di Search Engine Optimization (SEO), ovvero attività di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Per migliorare il posizionamento naturale del nostro sito dobbiamo farci delle domande:

  • Cosa deve essere trovato?
  • Da chi deve essere trovato?
  • Come viene effettuata la ricerca?
  • Dove viene effettuata la ricerca? 

Per dare una risposta valida a queste domande e per fare in modo che questa risposta soddisfi anche le aspettative del motore di ricerca, è fondamentale puntare sul contenuto, sui testi che pubblichiamo.

Possiamo dire tranquillamente che “Content is the king”: un sito web, popolato di contenuti di valore, con lo studio di parole chiave di settore, arricchito con l’inserimento di link interni ed esterni al sito è la strategia vincente su cui puntare per ottimizzare il posizionamento organico.

I contenuti giusti sono realizzabili solo dopo aver individuato il target di riferimento per ogni singolo prodotto e servizio che viene proposto: cambierà il tono voice, il gergo utilizzato, la proposta di informazioni da inserire nelle pagine del sito.

Non dobbiamo solo conoscere il nostro utente tipo ma anche chi sta navigando con noi, nel nostro stesso mare. Ecco perché lo studio dei competitor diretti è fondamentale per cogliere quali strategie sono state messe in atto in passato e sono utilizzate nel presente.

Lo staff di BluLogo può aiutarti a raggiungere l’obiettivo: il tuo! Contattaci per una soluzione personalizzata.