L’importanza del posizionamento del sito web

2019-01-Blulogo-Blog-Articolo-posizionamento-sito

L’importanza del posizionamento del sito web

Nell’epoca delle nuove tecnologie è molto importante per farsi conoscere da un target piuttosto ampio avere un sito web accessibile da diversi dispositivi (sia computer che smartphone/tablet).

Ti sarà capitato, almeno una volta nella vita, di aver bisogno di un servizio/prodotto e cercarlo subito online. Ebbene sì, è innegabile: molto spesso pensiamo che i motori di ricerca abbiano le risposte a tutte le nostre domande.

Adesso, poniti nei panni del tuo cliente tipo: ha bisogno di acquistare proprio quello che vendi tu. Ovviamente non sarai l’unico, nel raggio di qualche km ad avere a disposizione ciò che serve all’utente.

Come puoi farti trovare il prima possibile? Grazie ad un ottimo posizionamento del tuo sito!

Sito web sempre aggiornato e dinamico: come fare la differenza

Non importa quale sia il servizio erogato: un sito web ha bisogno di costante aggiornamento. Il marketing nel 2019 non può limitarsi alla diffusione di volantini perché ogni consumatore attualmente ha l’abitudine di informarsi, studiare e confrontare i prezzi.

Proprio per questo i contenuti sono necessari: non importa la lunghezza (non devono essere certamente dei monologhi) ma è fondamentale che il potenziale cliente sappia come e perché TU puoi aiutarlo e la TUA azienda si distingue dalla concorrenza. È essenziale che siano chiari ed attuali, a nessuno piace trovare contenuti vecchi e ormai passati.

Un sito web non deve essere pensato come una cosa fissa, immutabile ed eterna. Questo aspetto perché il tuo possibile cliente deve avere la percezione di un’azienda curata in ogni momento, ma non solo: l’aggiornamento è importante anche per il motore di ricerca, che tiene sotto costante contro il siti pubblicati e ne valuta i contenuti. Un sito che viene premiato dal motore di ricerca ti consente di farti trovare dagli utenti grazie a risultati organici e non a pagamento!

Facciamo un esempio pratico: se sei un parrucchiere, è molto probabile che il tuo cliente tipo digiti nella barra di ricerca “parrucchiere a Como”. Quando digita questa serie di parole, le quali definiremo come keywords, appariranno una serie di risultati ordinati dal motore di ricerca a seconda della maggiore o minore pertinenza rispetto alla parola digitata.

Il criterio con cui viene scelto l’ordine è determinato da un algoritmo di indicizzazione, diverso per ogni motore di ricerca utilizzato. Hai già un buon motivo per mantenere sempre aggiornato il tuo sito: più keywords strategiche sono presenti (entro un limite ragionevole ovviamente) maggiore possibilità ha il tuo cliente tipo di trovarti.

Dovremmo imparare a ricordare che esso è come una sede virtuale dell’azienda. Deve contenere la tua storia, i servizi erogati ed il motivo per cui le soluzioni offerte da te sono uniche e inimitabili.

Non dimenticare infatti che le persone cercano un sito perché hanno la necessità di reperire informazioni, le quali certamente cambiano nel corso del tempo.

Ad esempio, ogni azienda può certamente essere sottoposta a mutamenti: cambia il vertice, cambia il personale, i servizi, i prodotti, cambiano le sedi. Si tratta di un normale ciclo di vita.  Aggiornare il sito in questi casi è obbligatorio. Ma non c’è solo questo aggiornamento di base, obbligatorio.

Come aggiornare il sito in maniera adeguata

Lo sapevi che aprire un blog tematico aiuta a segnalare a Google che la tua attività è correlata ad un determinato settore? I contenuti proposti all’interno del sito devono essere certamente di qualità. Sembra banale e scontato ma non dimentichiamo la celebre frase “Content is king”.

È piuttosto complesso comprendere quando l’elaborato realizzato risulti adatto alla buyer persona, ovvero al tuo target ideale. Si può certamente iniziare dalla redazione di un piano editoriale, in cui si definisce la frequenza della pubblicazione delle novità sul sito.

Dove puoi porre attenzione per incominciare col piede giusto?

Mettiamo in evidenza alcuni dei punti più importanti:

  • Ortografia
  • Grammatica
  • Leggibilità. Le frasi ed i paragrafi devono necessariamente essere brevi. Le frasi risultano più comprensibili ai visitatori e vengono premiate, specialmente da Google.
  • Lunghezza. Essa è considerata un elemento che influenza moltissimo l’algoritmo di Google. Un articolo che tratta in maniera esaustiva un argomento, con il lessico adeguato, è certamente molto apprezzato non solo dai lettori ma anche dal motore di ricerca.

Non ti preoccupare delle recensioni negative.. ci saranno sempre! Inoltre, ci sono utenti “simpatici” che nel tempo libero si divertono a svalorizzare il lavoro altrui anche senza essere mai stati clienti.

A questo proposito è importante ricordare che le valutazioni negative di questa natura impattano necessariamente sul punteggio di qualità di un sito web, in particolare se disponi di un numero elevato di recensioni: tienile monitorate e rispondi con gentilezza, disponibilità e educazione.

In ultima linea possiamo dire che, per il posizionamento del tuo sito, è importante installare il certificato HTTPS. Di che cosa si tratta? Del protocollo sicuro di navigazione.

Insieme ad esso, anche la velocità di caricamento della pagina è un elemento determinante. Le pagine con un tempo di caricamento più lungo tendono ad avere frequenze di rimbalzo più elevate e un tempo di permanenza medio inferiore.

 

Hai bisogno di realizzare un sito web Google Friendly, a portata di utente? Contattaci allo 031 6872783!