Il posizionamento di un sito web: gli aspetti principali della SEO

2019-11-BluLogo-SEO-Posizionamento-organico

Il posizionamento di un sito web: gli aspetti principali della SEO

Quando si inizia un progetto di web marketing, è necessario considerare ogni percorso possibile per riuscire ad essere raggiunti dal proprio target.

Sfatiamo un mito comune: no, non è sufficiente realizzare un sito web statico per essere raggiunti dal pubblico.

Procediamo con obiettivi. Punto numero 1: dobbiamo far sapere alle persone che esistiamo, siamo forti e concorrenziali nel settore di competenza. Nel mondo digitale, vista la quantità di contenuti, non sembra essere poi così facile.

Un sito web è come se fosse il figlio di un’azienda, il suo biglietto da visita. È necessario nutrirlo in modo sano, farlo crescere e navigare in quello che potremmo definire un mare di squali. Pensi sia impossibile? Lo renderemo reale grazie alle tecniche di Search Engine Optimization (SEO).

Tecniche SEO: che cosa sono

Sono molte le strade che possono essere intraprese quando si decide di iniziare un progetto di web marketing.

Perché focalizzarsi sulla SEO? Perché una strategia, se ben strutturata, può portare al raggiungimento delle prime posizioni della pagina dei risultati nei diversi motori di ricerca.

Come puoi iniziare questo percorso? Innanzitutto, devi sapere che non è mai troppo tardi.

Tra gli step principali per raggiungere il tuo traguardo, risultano necessari:

  • Una prima analisi dello stato di salute del sito web, dal lato tecnico in cui sono oggetto di studio la struttura, la tecnologia utilizzata per la realizzazione, l’anzianità del portale, gli eventuali problemi di usabilità o reperibilità delle pagine ed il tempo di caricamento;
  • Un’analisi delle parole chiave relative all’area semantica dei servizi e dei prodotti offerti dal sito in relazione alle ricerche effettuate dall’utenza. Le keywords, ovvero i termini aggiunti ad un articolo, pagina, post online per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca per tali termini, sono sicuramente un ottimo supporto.
  • Uno studio dei competitor o concorrenti.

 

Dopo un primo approccio, possiamo passare alla pianificazione delle attività attraverso:

  • L’ottimizzazione del sito web e dei contenuti;
  • Il monitoraggio ed analisi dell’uso del sito internet da parte dell’utenza;
  • Il resoconto finale: analizzati gli accessi del tuo sito è opportuno calibrare e modificare i contenuti o la navigazione in funzione delle azioni effettuate dall’utenza, per ottimizzare il risultato del nostro lavoro.

Nel dettaglio sarà opportuno:

  • Abbassare il più possibile il tasso di rimbalzo delle pagine;
  • Aumentare il tasso di conversione verso i nostri prodotti e/o servizi.

 

Che cosa possiamo realizzare con le tecniche SEO

Le tecniche SEO non sono formule matematiche. Ricordiamo infatti che trattandosi di attività le quali non prevedono il pagamento di una somma per apparire nella SERP (Search Engine Results Page) necessitano di un’attenzione particolare.

Affidandoti agli specialisti del settore, avrai la possibilità di:

  • Ottimizzazione il codicedel sito internet;
  • Migliorare l’usabilità e dell’ergonomiadel sito web;
  • Incrementare la link building interna ed esterna;
  • Creare contenuti e redigere testi ottimizzati in ottica SEO ai fini del posizionamento organico a seguito di analisi sulle parole chiave relative alla attività da sponsorizzare;
  • Ottimizzazione la presenza del brand sui social network (Social Media Optimization) aumentando il seguito di persone interessate alle tue attività e coinvolgendole con i nostri contenuti e/o servizi.

 

SEO e Google Ads

Dopo aver spiegato alcune tecniche per riuscire a posizionare il tuo sito web in maniera organica, ti starai chiedendo perché è meglio mettere in atto un progetto SEO (che richiede tempo e risultati magari altalenanti), rispetto all’ideazione di una campagna a pagamento, capace di generare traffico nell’immediato.

Partiamo dai dati: i risultati organici vengano cliccati 8.5 volte in più degli annunci a pagamento. Questo dipende probabilmente da un fenomeno definito come “banner blindness“ la cosiddetta “cecità da banner“, che si verifica perché gli utenti internet sono sempre più abituati a scorgere ed ignorare la presenza di spazi pubblicitari, sviluppando indifferenza e rendendo completamente inefficace la pubblicità.

Ma soprattutto, aspetto secondario ma non meno importante, gli annunci a pagamento devono essere da supporto ad un buon progetto SEO.

Dopo aver studiato nel dettaglio le parole chiave, la presenza dei motori di ricerca dei tuoi competitors e ideato contenuti di valore, potrai investire per la promozione dei servizi della tua azienda.

 

Hai bisogno di esperti SEO? Contattaci!