Database di contatti: la fase di chiusura con le email marketing

2019-09-12-BluLogo-Blog-Email-Marketing

Database di contatti: la fase di chiusura con le email marketing

Dopo aver realizzato un sito web ed essere riuscito ad attrarre un modesto numero di visitatori, hai costruito un database di destinatari.

Sei finalmente entrato in una nuova fase del tuo funnel: quella di chiusura! Se in un primo momento non era necessario monitorare meticolosamente l’interesse dei tuoi utenti in merito ai contenuti, ora bisogna raccogliere quanto seminato.

Ma facciamo un passo indietro, per comporre un puzzle ricco di tutti i suoi pezzi.

E-mail marketing: lo strumento ideale per farsi conoscere

Prima di iniziare il tuo progetto di marketing, sicuramente avrai avuto a disposizione alcuni indirizzi mail – di alcuni clienti storici oppure di quelli già acquisiti – che puoi iniziare ad indirizzare sul tuo blog.

Poniamo il caso che, dopo aver finalmente messo online il tuo sito in WordPress, tu abbia deciso di implementare un blog con una decina di articoli.

Per capire se sei sulla strada giusta e non impiegare il tuo prezioso tempo a vuoto, cerchiamo di vedere che cosa ne pensano i tuoi lettori!

L’E-mail marketing è sicuramente quello di cui hai bisogno: non temere, non dovrai cimentarti nella stesura di un nuovo articolo, anzi… Durante la stesura delle mail potrai riprendere quanto proposto nel tuo blog, spiegando quali motivazioni ti abbiano spinto a fornire delle risposte.

Personalmente io sono un amante della praticità: il mondo del marketing invece si presenta all’apparenza molto teorico. Ho intrapreso la strada, con il blog di BluLogo, di trattare qualche pillola quotidiana sia per farmi conoscere da vicino sia per presentare soluzioni ad alcuni problemi comuni nel mio settore.

 

Il copy nelle mail

La stesura della mail sembra – a primo impatto – molto più semplice rispetto a quella di un articolo. Non è del tutto vero. Prova a pensare alla tua casella di posta: a meno che non sia una nuova creazione, è inondata di messaggi di cui – nove volte su dieci – non ti importa nulla.

Come viene catturata la tua attenzione in questi casi? Sicuramente dall’oggetto! Poche e semplici parole che insieme producono la giusta sinfonia e ti fanno pensare: questo è sicuramente quello di cui potrei aver bisogno.

Ed ora dedicati al corpo del testo, quello che deve portare al contenuto presente nel sito ed incentivare l’utente alla navigazione. Poche righe, magari quelle più accattivanti del tuo articolo, e l’inserimento di un link.

 

Fidelizza un cliente e costruisci una relazione

Siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo: l’attenzione dell’utente. Ora dobbiamo far sì che interagisca il più possibile con i contenuti proposti. Come possiamo fare? Innanzitutto, dobbiamo essere una buona guida nella navigazione. Diciamo che non basta fornirgli quello che hai pensato per lui: è necessario mantenere la tua presenza – in maniera costante – nella sua mente.

Sappiamo infatti di vivere in un secolo in cui siamo sottoposti a stimoli continui. Dovresti trovare il modo per differenziarti, facendo capire che il prodotto oppure servizio proposto è di una qualità maggiore.

La vendita è in assoluto l’ultimo step a cui ambire: ricorda infatti che, l’acquisto implica sicuramente il tuo obiettivo, ma diverrà realtà solo se fornirai delle informazioni accessorie di valore.

In sostanza, se tu fai un regalo ad un tuo potenziale cliente, fornendogli la risposta giusta al momento giusto, ti ripagherà con la stessa moneta, diventando tuo cliente.

 

L’importanza del pre e del post-vendita

Il mondo del marketing è come la vita: non sempre presenta una seconda occasione.

Anche nel caso delle mail marketing – pre e post-vendita- è fondamentale la realizzazione di un piano editoriale che aiuti a non perdere la bussola ma soprattutto consenta di avere sempre sotto controllo la direzione in cui si vuole procedere.

Bisogna lavorare (molto) mantenendo a mente come distribuire i contenuti senza risultare troppo pressanti.

Possiamo comprendere la forza delle email marketing nel fatto che è uno strumento gratuito, di semplice utilizzo.

Proviamo a fare un esempio di sequenza di come potresti strutturare la tua prima campagna:

  1. Presentazione generica della tua azienda, con un richiamo alla pagina chi siamo in cui presenti il tuo team e la storia della società;
  2. Esposizione di una problematica generica di un tuo cliente (o potenziale) e di come l’azienda è riuscita a trovare una soluzione;
  3. Benefici derivati a lungo dopo l’utilizzo del prodotto/erogazione del servizio;
  4. Testimonianza del cliente che ne ha usufruito;
  5. Case history di rimando al blog.

 

Hai bisogno di realizzare la tua campagna marketing? Contattaci per maggiori informazioni, il nostro staff è a tua completa disposizione!