Cos’è Amazon: perchè iscriversi e come disiscriversi

BluLogo-BLOG-cos-e-amazon-come-disiscriversi1

Cos’è Amazon: perchè iscriversi e come disiscriversi

La storia di Amazon

Il sito americano www.amazon.com venne aperto nel 1995 da Jeff Bezos, che voleva sfruttare le grandi opportunità offerte dal Web per vendere libri di ogni genere ai lettori di tutto il mondo. Una libreria online, infatti, avrebbe offerto l’occasione di trovare qualsiasi libro in commercio comodamente dal proprio computer e di ordinarlo e riceverlo a casa in poco tempo sfruttando al massimo le potenzialità della rete in un momento in cui la vendita online era ancora un fenomeno di nicchia.

Un successo immediato

Nei primi 30 giorni dalla messa online, il sito ricevette ordini da 50 diversi Stati e da 45 Paesi e nel 1997 era già entrato in borsa. Il 21 giugno 2003 Amazon coordinò una delle più grandi vendite online dell’epoca per un totale di 1 milione e 300 mila copie di Harry Potter e l’Ordine della Fenice; nel 2004 Amazon ha anche aperto il motore di ricerca A9.com .

Da allora, amazon.com ha arricchito il proprio catalogo inserendo categorie di prodotti di ogni tipo: dall’abbigliamento, all’elettronica, ai cosmetici e al cibo. In sostanza, c’è ben poco che non si possa trovare su Amazon e, tendenzialmente, lì qualsiasi prodotto costa anche meno.

Rivenditori su Amazon

Amazon non solo personalizza l’esperienza d’acquisto per i propri clienti che possono, ad esempio, sfogliare un libro online prima di comprarlo, ma crea anche delle piattaforme per i rivenditori che possono quindi sfruttare Amazon come piazza commerciale per vendere online.

Oggi, oltre al sito originale, sono stati aperti altri 10 siti in diversi Paesi tra cui amazon.it che, dalla sua apertura nel 2010, si è arricchito con moltissimi prodotti e costituisce oggi una valida piattaforma per tutti i patiti di e-commerce italiani.

Quando si parla di Amazon, le cifre sono sempre esorbitanti: basti pensare che nel solo 2013 “i clienti hanno acquistato da venditori Marketplace su Amazon a livello globale abbastanza CD fisici da poter registrare un concerto della durata di oltre 340 anni”.

Ma a cosa è dovuto il successo di Amazon?

Più che in qualsiasi altro settore, la vendita online funziona dove il cliente si fida del rivenditore e, pur essendo Amazon una semplice piattaforma per migliaia di retailer, l’acquisto effettuato su questi siti è sicuro ed il servizio clienti è così efficiente da riuscire a fidelizzare praticamente chiunque.

Fantascienza? No, si tratta di una mission aziendale semplice e chiara: “To be Earth’s most customer-centric company where people can find and discover anything they want to buy online.” Ovvero, essere la compagnia più incentrata sul cliente al mondo, dove le persone possano trovare e scoprire qualsiasi cosa essi vogliamo acquistare online.

Nonostante l’altissimo livello di servizi offerti, anche questo colosso ha i suoi difetti: l’esperienza di alcuni utenti segnala inoltre che il processo di chiusura dell’account Amazon non sia semplice e rapido come può sembrare. A questo proposito invitiamo i nostri lettori a leggere attentamente le condizioni  prima di chiudere il proprio profilo per evitare di perdere dati preziosi.

 

Come chiudere l’account Amazon

Siete iscritti a Amazon e volete eliminare definitivamente il vostro account? La procedura non è delle più immediate, ma seguendo i vari passaggi è piuttosto semplice:

  • Accedete con i vostri dati: email + password
  • Entrate nel reparto “I miei ordini” e, se ne avete, eliminate tutti gli ordini in sospeso
  • Accedete all’apposita area dedicata alle comunicazioni Amazon
  • Nel primo riquadro, selezionate “Prime e altro”
  • Nel secondo riquadro, scegliete l’opzione “Aggiornare o modificare informazioni account” e, di seguito, “Chiudere il mio account”
  • Nel terzo riquadro selezionate la modalità con cui desiderate essere contattati

Amazon consiglia di eseguire la procedura via mail, ma se avete riscontrato particolari problemi o desiderate porre particolari domande probabilmente la telefonata fa al caso vostro. Vi ricordiamo che, se volete modificare i vostri dati dell’account Amazon potete farlo comodamente e senza alcuna restrizione.

Modificare le impostazioni dell’Account Amazon

Nella sezione “Impostazioni” del vostro account, cliccando su “Modifica impostazioni account” potete cambiare: il nome, l’indirizzo email, la password e il numero di cellulare. Se avete perso la vostra password potete resettarla in qualsiasi momento anche dalla schermata di accesso all’account. Selezionando “Impostazioni newsletter e preferenze di notifica” potete invece decidere in quali casi volete riceve email da Amazon, oppure potete fare in modo che non venga più inviata alcuna newsletter.

Nella sezione “Pagamenti” del vostro profilo, invece, potrete modificare tutti i dati di pagamento rimuovendo eventuali carte di credito, aggiungendone di nuove o modificando quelle presenti con pochi clic. Inoltre, potrete associare un particolare indirizzo di fatturazione alla singola carta di credito. Per quanto riguarda gli indirizzi di spedizione possono essere modificati mentre viene effettuato un ordine inserendo un nuovo recapito, selezionandone uno salvato o modificando quelli esistenti.